Tags

, , ,

Vi racconterò una storia trita e ritrita.
C’era una volta,
in una città piena di smog e salsedine, una donna scaricata, segnata ormai dalle occhiaie che mostrava il suo viso, dal dolore e dalla delusione. E, sempre nella stessa città, lo sfigato roito di turno, felice e beato, che magicamente aveva acquisito più fascino, perso kg di troppo e assunto un atteggiamento da “uomo che non deve chiedere mai”.
Il finale? Speranza, sempre tanta speranza nel cuore di lei.
Solitudine, amarezza e codardia nel cervello di lui.
A questo mondo, forse, l’indipendenza è l’unica arma.
Scegliere se stessi è la sola scelta. Quella sicura, che non delude mai.
E con questa perla di saggezza, ricordo una donna straordinaria, che ammiro. Che ho sempre ammirato e che ha scelto sempre i suoi sentimenti, sempre la sua persona.
Jane Austen. 200 anni di storia, di romanzi straordinari che di generazione in generazione hanno fatto si che ogni grande donna, e anche uomo, potesse scegliere, sempre e solo il vero amore.

Advertisements